Prestiti SBP

La guida economica indispensabile!

Fondo Pensione Negoziale

fondo cometaOggi parliamo di Fondi Pensioni Negoziali e del Fondo Cometa. Ma, come sempre, andiamo con ordine. Chi non è alla ricerca di un modo per investire in modo sicuro i propri risparmi! Certo, parlare di investimenti e di sicurezza sembra abbastanza contradditorio, infatti è proprio dell’investimento, cioè della ricerca di effettuare guadagni aggiuntivi sul capitale detenuto, la necessità insita di correre qualche rischio.

FAI UN PREVENTIVO VELOCE PER IL TUO PRESTITO: >>> CLICCA QUI <<<

Se una volta si pensava che per esempio, investire in titoli di Stato fosse sicuro, oggi tutti quanti sappiamo come neanche questo non sia più vero. È difficile, ma può succedere che gli Stati falliscano. Allora che fare? A meno che non ci si voglia limitare a sottoscrivere conti deposito all’1%, o a lasciare i propri soldi sul conto corrente bancario per molto meno, bisogna esporsi a qualche rischio.

Certo, c’è molta differenza tra un investimento in fondi azionari, assicurativi o nel sottoscrivere un piano pensionistico, comunque nessuno di questi strumenti finanziari è esente al 100% da rischi, ed è opportuno esserne a conoscenza nel momento in cui si intende sottoscriverli.

FONDI PENSIONE NEGOZIALI

Una delle possibilità da sempre giudicata a prova di rischio, è quella della sottoscrizione di un fondo pensione negoziale. Ma che cos’è un fondo pensione negoziale, ed è veramente senza rischio? Andiamo con ordine. I fondi pensione negoziali, sono dei fondi, ai quali possono partecipare solo gli appartenenti ad una determinata categoria o associazione, che decide di istituire al suo interno questa possibilità di investimento per i suoi soci.

Ad esempio, può esserci la possibilità di sottoscrivere un fondo pensione negoziale all’interno della categoria dei metalmeccanici, dei lavoratori del commercio, dell’industria chimica, etc. Oppure possono essere rivolti ai dipendenti di una determinata azienda, di solito di grandi o medie dimensioni, o ai lavoratori di una determinata zona geografica ben precisa.

Questi fondi presentano un consiglio di amministrazione, che gestisce il fondo, sceglie le società verso le quali indirizzare quote di investimento del fondo e controlla il loro operato, nella correttezza delle norme contrattuali. C’è inoltre un’assemblea che vota e nomina il consiglio di amministrazione, approva i bilanci, e nomina un consiglio di sorveglianza che ha come compito quello di vigilare sul corretto comportamento del consiglio di amministrazione.

Questi fondi (parleremo più avanti del Fondo Cometa) sono per legge senza scopo di lucro, cioè l’unico scopo deve essere quello di garantire ai propri associati il percepimento di una pensione complementare aggiuntiva. La quota di partecipazione di ogni associato, viene decisa congiuntamente, e per essere modificata deve essere votata dall’assemblea. Uno dei modi solitamente utilizzati per fare il versamento della quota nel fondo, è quello di versare una parte del proprio TFR maturato.

Ogni fondo può decidere che tipo di investimenti effettuare, quale tipo di rischio correre e a quali società del risparmio gestito affidarsi. Solitamente questi tipi di fondi pensione investono la maggior parte del loro capitale in investimenti a basso rischio come obbligazioni e titoli di Stato, lasciando una quota minima ad investimenti nel mercato azionario.

Però ogni fondo è differente, e nessuno è esente da rischi. È vero anche che lasciare il proprio TFR in azienda, frutta ben poco al dipendente, circa l’1,5%, e che la partecipazione ad un fondo può fruttare anche il 7, 9% sull’investimento effettuato. Ad ognuno la propria scelta, con la consapevolezza che non sempre questi fondi sono gestiti in maniera limpida e trasparente, e che nulla negli investimenti è esente dal rischio.

COMETAFONDO

Il fondo Cometa è uno dei principali protagonisti del settore e, proprio per questo, non potevamo non prenderlo in considerazione per rendere più completa questa nostra guida. Si tratta di uno dei più importanti fondi pensionistici presenti in Italia, grazie ad un numero di iscritti che supera le 400 mila unità. In particolare Cometa è il Fondo pensione complementare per i lavoratori che operano nell’industria metalmeccanica e del settore orafo e argentiero.

Il Fondo pensione Cometa rappresenta una scelta libera del lavoratore e, in particolare, rappresenta un’alternativa alla possibilità di lasciar eil tfr in azienda cosa che, come ben sappiamo, non è sempre molto indicata. Per maggiori informazioni sul Fondo Cometa si può visitare il sito cometafondo.it .

Pubblicità

Prestiti SBP © 2015 - P.I. 10780011002