Prestiti SBP

La guida economica indispensabile!

Prestiti Inpdap

I prestiti Inpdap sono dei finanziamenti agevolati che vengono erogati dall’istituto rivolti a tutti i dipendenti e i pensionati che fanno capo alla pubblica amministrazione. A questo proposito è utile sapere che l’istituto Inpdap è stato soppresso e tutte le sue funzioni sono state trasferite all’Inps. A questo proposito bisognerebbe parlare di prestiti Inps ma molti fanno ancora capo al vecchio nome dell’Inpdap per inquadrare questa tipologia di finanziamento. Pertanto da qui in avanti leggerai prestiti Inpdap, per comodità, ma sai che i finanziamenti in questione vengono gestiti dagli uffici e dai responsabili di un’altro ente.

>>> FAI UN PREVENTIVO GRATUITO E TROVA IL MIGLIOR PRESTITO ONLINE: CLICCA QUI! <<<

In questa guida cercheremo di capire cosa sono, quali vantaggi offrono e qual è la procedura per poter accedere a questa tipologia di prodotto, per darti modo di avere un quadro chiaro e completo della situazione.

Prestiti Inpdap per dipendenti PA

Inpdap prestitiCome ben sappiamo questa tipologia di finanziamenti viene erogata dall’Inps ed è rivolta ai lavoratori dipendenti della PA (pubblica amministrazione). Si tratta di finanziamenti che hanno un carattere agevolato e che, nonostante il continuo abbassamento dei tassi di interesse, rimangono una valida soluzione per accedere al credito.

Inoltre c’è da precisare che vista l’evoluzione del contesto bancario, i dipendenti del comparto pubblico sono particolarmente apprezzati dalle banche che, proprio per questo, tendono ad erogare prestiti di questo tipo a tassi di interesse davvero molto interessanti. In questa guida troverai tutte le informazioni che ti occorrono per poter accedere a questa tipologia di credito.

Come funzionano i prestiti inpdap.it

Per prima cosa possiamo dire che i prestiti inpdap vengono erogati sia per piccoli prestiti che per somme di denaro più corpose. Si tratta di finanziamenti che possono essere considerati agevolati in quanto vengono offerti ai lavoratori dipendenti della Pubblica Amministrazione a condizioni davvero molto, molto agevolate rispetto ai normali prestiti online.

Tanto per dare un’idea dell’enorme vantaggio che può rappresentare questa tipologia di finanziamento va detto che i tassi di interesse variano da un minimo del 2 ad un massimo del 4% circa. Se consideriamo che allo stato attuale il miglior prestito online viene proposto con un tasso di poco inferiore al 7% non penso sia necessario aggiungere altro.

In linea di massima possiamo dire che i prestiti inpdap si possono dividere in 3 macro categorie: piccoli prestiti, prestiti pluriennali diretti e prestiti pluriennali garantiti. Il rimborso varia da un minimo di 6 ad un massimo di 48 mesi. A onor del vero va detto che quelli proposti dall’Inps/Inpdap sono delle cessioni del quinto e che l’ente si fa carico di garantire la banca del pagamento delle rate mensili di rimborso.

Una domanda che spesso ci viene posta è: quanto si può chiedere di prestito all’Inpdap? La risposta è molto soggettiva in quanto, citando la fonte ufficiale (ossia il sito dell’Inps) si evince che la cifra massima richiedibile è pari a 8 mensilità. Questo significa che se ho uno stipendio di 1000 euro potrò chiedere in prestito massimo 8 mila euro e rimborsare in 48 rate mensili ad un tasso effettivo di poco inferiore al 5%.

Come richiedere un finanziamento Inps/inpdap a Roma, Milano e Napoli

Vediamo quale procedura viene consigliata sul sito del governo. Per prima cosa va specificato che è necessario essere in possesso del codice personale PIN o in alternativa disporre di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Infine non dobbiamo dimenticare che bisogna disporre ed indicare il conto corrente sul quale la pubblica amministrazione provvede ad erogare il proprio stipendio mensile.

A questo punto la pratica potrà essere svolta interamente via internet, senza che sia necessario recarsi fisicamente presso le sedi dell’Inps (ex Inpdap), e una volta approvata la richiesta la somma stabilità sarà erogata direttamente sul tuo conto corrente. Va detto che l’intera procedura è di per se piuttosto semplice e non richiede una particolare attenzione nella gestione dei dati in quanto l’ente ha già tutte le informazioni di cui necessita per la valutazione.

Insomma, anche con il passaggio da un ente all’altro i prestiti Inpdap hanno mantenuto una delle peculiarità più apprezzate dai dipendenti della pubblica amministrazione, ossia la velocità e la semplicità con cui vengono erogati, a differenza dei normali prodotti bancari.

Prestiti Inpdap agevolati: convengono?

Come avrai potuto leggere poco più sopra attualmente questi finanziamenti vengono proposti ad un tasso di interesse di almeno 2 punti percentuali più bassi del mercato (3-4 punti della media dei finanziamenti sul mercato). Ma la convenienza dei prestiti di questo tipo non è solo nel tasso di interesse ma, anche, nella facilità con cui vengono erogati.

Come tutti noi ben sappiamo, infatti, la difficoltà dell’accesso al credito in questo periodo sta proprio nel riuscire a fornire la documentazione necessaria e nel soddisfare le garanzie che le banche e le finanziarie richiedono. Garanzie che risultano essere sempre più stringenti e che alla fine riescono a tagliare fuori un gran numero di persone.

Inoltre bisogna dire che esistono davvero un gran numero di banche che erogano questi servizi in convenzione con l’ente. Tra tutte non possiamo non segnalare la Bnl, Unicredit e Intesa Sanpaolo, per non parlare dei prestiti Agos.

Prestiti Inpdap Roma, Napoli e Milano

Queste che abbiamo elencato, ossia Roma, Napoli e Milano, sono le 3 città in cui vengono erogati il maggior numero di prestiti Inps (ex Inpdap). Il motivo, ovviamente, è che in queste grandi città è presente un numero maggiore di dipendenti della pubblica amministrazione. Sia a Napoli, che Milano che Roma le richieste che venivano inviate all’Inpdap sono oggi gestite dagli uffici preposti dell’inps e questo ha, di fatto, reso più snelle e veloci le procedure di erogazione.

In caso di dubbi o in cui si necessiti di maggiori chiarimenti si possono percorrere 2 strade: la prima è quella di chiedere maggiori informazioni direttamente all’ufficio del personale della propria amministrazione, la seconda è quella di recarsi presso l’ufficio Inps di propria competenza. Come abbiamo detto, infatti, tutti i servizi (quindi inclusi i prestiti agevolati e i finanziamenti) che venivano gestiti dagli uffici dell’Ex Inpdap sono attualmente gestiti dagli uffici dell’Inps.

Nel complesso possiamo riassumere tutto come segue. I prestiti Inpdap sono, oggi, meno convenienti di quanto non fossero in passato, per via del graduale abbassamento dei tassi di interesse che ha livellato il taeg dei prodotti inpdap con quelli delle normali banche e finanziarie. Tuttavia le soluzioni proposte ai dipendenti della pubblica amministrazione sono ancora piuttosto convenienti e possono presentare dei vantaggi. Per maggiori info vi rimandiamo al sito ex Inpdap.

Prestiti inpdap AGGIORNAMENTO IMPORTANTE x 2017

Come abbiamo specificato più volte l’Inpdap è un ente che non esiste più. Tutte le sue funzioni sono passate di mano all’Inps. Oggi, però, i prestiti per di dipendenti sono molto interessanti. Gli istituti di credito, infatti, tendono ad erogare finanziamenti agevolati a tassi molto scontati proprio ai dipendenti della pubblica amministrazione.

I dipendenti pubblici sono considerati tra i pagatori più sicuri, specialmente se si sottoscrive una cessione del quinto dello stipendio. Questo perchè sarà lo stato a pagare la rata, attraverso una trattenuta sullo stipendio del lavoratore. Pertanto oggi i prestiti agevolati Inpdap sono da considerarsi tra i prodotti più vantaggiosi per avere liquidità anche in caso di protesti o di segnalazioni nella centrale rischi.

In conclusione possiamo dire che i finanziamenti ai dipendenti della pubblica amministrazione sono assolutamente il miglior modo per accedere al credito in maniera veloce ed estremamente conveniente.

Pubblicità

Prestiti SBP © 2015 - P.I. 10780011002