Prestiti SBP

La guida economica indispensabile!

Libretto di risparmio Poste Italiane

poste italianeAffrontiamo un argomento piuttosto complesso come quello dei libretti di risparmio postale. La maggior parte degli italiani, sceglie di depositare i propri risparmi direttamente sul conto corrente bancario o postale. È sicuramente una soluzione semplice, che permette di avere sempre sotto controllo il proprio denaro, senza rischi e senza imprevisti. Si tratta però di uno strumento piuttosto passivo, con il quale praticamente non si matura nulla sulla propria giacenza.

Anzi, a voler essere pignoli, sul conto corrente classico spesso vengono erosi i risparmi per via delle spese (imposta di bollo, canone annuale carta, ecc.) che vengono applicate ai soldi in giacenza. In questo periodo, poi, le banche stanno cominciando ad introdurre i tassi di interesse negativi. Insomma se vuoi ottenere qualcosa in più dai tuoi risparmi il conto corrente non è la strada giusta.

Come funziona il libretto di risparmio di Poste Italiane

Un’altra possibilità oltre a quella del tradizionale conto corrente, è quella del libretto di risparmio. Il libretto di risparmio è un deposito che a differenza del conto corrente presenta delle limitazioni. Per esempio, con il libretto postale non è possibile emettere assegni, fare operazioni con le carte di credito o avere la possibilità di andare in rosso.

Puoi leggere anche: ecco il prestito bancoposta click

Ogni istituto di credito fornisce poi diverse possibilità di operazioni con il proprio libretto di risparmio, come l’accredito dello stipendio o della pensione, l’emissione di carte di debito e la possibilità di effettuare versamenti e prelievi. Il libretto di risparmio presenta come costo, l’imposta di bollo di 34€, che deve essere pagata se la giacenza media annua supera i 5.000€.

Esistono due tipi di libretto di risparmio, quello nominativo che può essere usato solo dal titolare del conto, e quello al portatore, che un tetto massimo di 1.000 di giacenza e può essere usato da chiunque, previa presentazione di un documento d’identità valido.

Libretti di risparmio postale

Le Poste Italiane si sono modernizzate molto negli ultimi anni, migliorando la qualità dei propri servizi ed ampliando molto il ventaglio delle offerte finanziarie. Per quanto riguarda i libretti di risparmio, Poste Italiane offre ai suoi clienti la possibilità di scegliere tra una vasta gamma di prodotti, in base alle proprie esigenze.

Una di queste è il libretto Smart, che può essere gestito anche online, da pc, tablet o smartphone, tramite abilitazione da fare negli uffici postali e uso dell’app di Poste. Con questo libretto è possibile fare bonifici dal proprio conto corrente bancario o postale direttamente sul libretto di risparmio, ricaricare la propria Postpay, sottoscrivere buoni fruttiferi postali, il tutto senza spese di commissione o di gestione, neanche per i servizi online.

Un’altra possibilità è quella del libretto di risparmio Ordinario, con il quale è possibile fare versamenti e prelievi in tutti gli uffici postali, accreditare la pensione, sottoscrivere buoni fruttiferi, ritirare e versare contanti presso gli sportelli automatici Postamat. Il tutto senza spese di commissione o gestione e con un interesse lordo annuo sulla giacenza dello 0,01%.

Carta libretto postale

Con entrambi i libretti di risparmio di Poste Italiane, è possibile richiedere la carta di libretto postale, con la quale è possibile effettuare versamenti e prelievi presso tutti gli uffici postali e gli sportelli automatici Postamat, effettuare girofondi, controllare il saldo e la lista dei movimenti. Con la carta del libretto postale viene fornita gratuitamente anche una copertura assicurativa contro il furto di contante.

Tutte le operazioni possibili con la carta non presentano costi aggiuntivi, come la sua emissione, il blocco o il servizio di assistenza 24h, e presenta un limite massimo di prelievo di 600€ al giorno e di 2.500€ al mese.

Pubblicità

Prestiti SBP © 2015 - P.I. 10780011002