prestito per neoassunti

I Neoassunti possono ottenere un prestito personale?

Sei un neoassunto e finalmente puoi goderti gli agi di un lavoro più o meno stabile, ma hai bisogno di liquidità per realizzare un qualche progetto o un piccolo desiderio? Se si, forse ti stai chiedendo se le porte di un prestito personale per te sono già aperte oppure hai bisogno di aspettare ancora. Nel corso di questa guida vogliamo dissolvere ogni dubbio e farti capire quali sono le strade che puoi battere per avere accesso al credito e comprare l’auto che volevi oppure per poter finalmente far fronte alle spese del tuo matrimonio.

 

Quali le possibilità di prestito per un Neoassunto?

Beh diciamolo, in effetti ottenere un prestito da neoassunti non è la cosa più semplice del mondo, ma per fortuna non è nemmeno qualcosa di impossibile. Il fatto è che le banche e gli istituti di credito prima di concedere finanziamenti fanno tanti controlli, tanto che molto spesso anche chi ha reddito ed entrata fissa si vede sbattere la porta in faccia. Tra i requisiti molto spesso esiste quello di avere almeno alcuni anni di anzianità, 2 o 3 nella maggior parte dei casi e sempre presso lo stesso datore di lavoro. L’obiettivo è sempre quello di cautelarsi per le banche ed evitare clienti insolventi. L’anzianità è un requisito importante perché significa che il lavoratore ha accumulato una certa quantità di TFR che può fare da garanzia nel caso di mancato pagamento.

Stabilità finanziaria: la parola d’ordine

La prima cosa che devi essere certo di avere è un certo grado di stabilità finanziaria. Sarà poi la banca a stabilire se la tua situazione finanziaria è idonea all’erogazione del prestito oppure no. Il primo fattore che la banca andrà a valutare è il tipo di contratto che hai stipulato con il datore di lavoro. Se hai firmato un contratto a tempo determinato o indeterminato è una discriminante importante. Chi ha un contratto a tempo indeterminato infatti ha più possibilità di vedersi accettata la domanda di prestito. Questo però non necessariamente taglia le gambe a chi è neoassunto con un contratto a termine. Nel caso di contratto a tempo determinato sarà importante avere la capacità di restituire il prestito prima della scadenza del contratto stesso.

La stabilità del datore di lavoro

Come sarà facile intuire la banca per tutelarsi in toto va a verificare che anche l’azienda o il datore di lavoro in generale abbiano una posizione stabile ed affermata. Se sei stato appena assunto e hai ottenuto un contratto a tempo indeterminato presso un’azienda che versa in condizioni economiche precarie allora è molto difficile prestito per neoassuntiche la banca eroghi il prestito perché la situazione non è favorevole. Se invece la banca dalle verifiche effettuate è in grado di stabilire che l’azienda è solida, che gestisce un gran numero di dipendenti (50 o più) e che non ha guai finanziari è molto più facile ottenere il prestito.

I neoassunti, quindi, se sono dipendenti pubblici hanno in realtà molte possibilità di ottenere un finanziamento in quanto lo Stato Italiano difficilmente andrà mai in fallimento! In generale il consiglio per un neoassunto con contratto a tempo determinato o in periodo di prova, è quello di aspettare che il periodo di prova sia finito e poi chiedere un prestito.

Il profilo del richiedente

Se la tua situazione lavorativa viene considerata idonea allora la banca passa a fare le verifiche successive. Ovvero va a vagliare il tuo passato presente e futuro, sembra assurdo ma è così! Se in passato il neoassunto ha avuto un prestito ed è stato in grado di rispettare le scadenze di pagamento con la massima regolarità allora ha grandi possibilità di ottenere un nuovo finanziamento. Il parametro in ballo è quello dell’”affidabilità creditizia”. Quindi ovviamente se si è registrati come cattivi pagatori le possibilità di ricevere un finanziamento se si è anche neoassunti sono prossime allo zero.

Altri criteri per erogare il prestito sono varianti come l’età e l’eventualità di figli a carico, incluso il luogo in cui si abita. Questi sono parametri interessanti per chi valuta la concessione dei prestiti. Insomma vengono prese in considerazione tutte quelle informazioni che dicono quali sono le spese che incidono sul budget mensile come:

  • Figli a carico
  • Contratti di affitto intestati
  • Se abita con i genitori

Altro parametro da considerare sarà il rapporto rata/reddito perché non vengono mai concessi finanziamenti che non rispettano il rapporto di 1 terzo dell’entrata mensile.

Prestito con Garante

Chi come neoassunto desidera ottenere un prestito ma pensa di non poter risultare idoneo per essere finanziato può risolvere il problema rivolgendosi alla banca per il tramite di un garante. Anche la posta potrà accettare tranquillamente questo compromesso. Il garante si impegna a coprire la spesa del prestito qualsiasi cosa accada al richiedente. Ad esempio in caso di licenziamento, di problema economico importante, o qualsiasi imprevisto che impedisca di pagare le rate. Il garante non può essere chiunque, ma deve essere a sua volta qualcuno con una situazione finanziaria stabile.

Prestito con cessione del quinto

Infine c’è la possibilità di ottenere un prestito con cessione del quinto dello stipendio. Questa è una ulteriore e molto concreta opportunità per ottenere un prestito come neoassunto. Di solito sono i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e saldo che riescono ad ottenere facilmente il prestito con la cessione di un quinto del proprio stipendio, il 20% quindi. La rate quindi non sarà mai maggiore ad un quinto dello stipendio e il tasso è fisso. Tra le garanzie per ottenere questo prestito per il neoassunto c’è anche il TFR ma questo può essere un problema visto che il trattamento fine rapporto è legato all’anzianità del rapporto di lavoro. Con contratto nuovo il TFR potrebbe essere troppo esiguo e non sufficiente per ottenere il prestito.

>Puoi leggere anche:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *