Come funzionano i prestiti cambializzati

I prestiti cambializzati sono dei finanziamenti molto interessanti che permettono di accedere al credito tramite la sottoscrizione di cambiali. Si tratta di prodotti bancari che si adattano alle esigenze di tutti coloro non abbiano da offrire alla banca la garanzia di una busta paga o che abbiano avuto problemi di segnalazione in Crif come cattivo pagatore o nel caso di protestati.

Trattandosi di finanziamenti molto importanti, specialmente per chi ha già contratto dei debiti, cerchiamo di approfondire il discorso e attraverso questa piccola guida che, speriamo, possa offrire tutte le informazioni utili a chi è interessato a questo particolare strumento di credito.

Prestiti con cambiali on line

FAI UN PREVENTIVO VELOCE PER IL TUO PRESTITO: >>> CLICCA QUI <<<

Questi finanziamenti vengono erogati attraverso l’emissione di cambiali. Proprio per questo motivo richiedere un prestito di questo tipo è piuttosto semplice e, sopratutto, veloce: in genere si ottiene una risposta nell’arco di 24 o massimo 48 ore. In sostanza al posto delle normali rate di rimborso mensili la banca emetterà delle cambiali che il debitore dovrà pagare a scadenza. In questo modo entrambe le parti vengono tutelate: la banca in caso di mancato pagamento può procedere velocemente con atto esecutivo del giudice, il cliente può avere il credito necessario pur non avendo le garanzie necessarie ad accedere ad un normale finanziamento.

Questi finanziamenti sono erogati con un tasso di interesse fisso e nel computo totale delle spese sono incluse anche tutte le voci riguardanti el imposte di bollo e le commissioni e tutte le altre spese bancarie. La richiesta può essere effettuata direttamente presso la banca oppure tramite internet. Molti istituti di credito, infatti, offrono soluzioni più convenienti se la richiesta viene effettuata online per via delle minori spese sostenute.

Come funzionano i prestiti cambializzati online

Anche se da un po’ di tempo si sente parlare di ripresa e di crescita economica del Paese, la crisi degli ultimi anni ha colpito duro e sempre più persone per ottenere la liquidità di cui hanno bisogno si sono rivolte a banche e finanziarie per ottenere dei finanziamenti: per venire incontro anche a chi non ha i requisiti richiesti per la concessione dei tradizionali prestiti, molti istituti di credito hanno perfezionato nuove formule, tra le quali possiamo citare i prestiti cambializzati on line.

Il meccanismo dei prestiti cambializzati on line è semplice: il richiedente inoltra la propria domanda alla società finanziaria riempiendo il modulo che si può trovare sul sito web della finanziaria stessa, che poi ricontatta il cliente per valutare il caso specifico. Prima di accettare o respingere la domanda, l’istituto erogante valuta diversi fattori, tra cui l’esistenza di altri finanziamenti in corso (se il richiedente ha già un impegno mensile difficilmente avrà a disposizione la liquidità necessaria per sostenerne un altro), l’anzianità lavorativa, il reddito da lavoro o di altro tipo.

Anche se spesso si fa riferimento ai prestiti cambializzati quando si parla dei finanziamenti destinati a chi non ha una busta paga, in realtà la platea di coloro che possono rivolgersi a questa forma di finanziamento è molto più ampia: oltre ai disoccupati, alle casalinghe e agli studenti (le classiche categorie abbinate ai prestiti senza busta paga) possono richiederla infatti anche i lavoratori autonomi, i dipendenti e i pensionati (ovviamente, maggiori saranno le garanzie offerte e più alti saranno gli importi che si possono ottenere e le probabilità di veder accettata la propria richiesta).

I prestiti cambializzati non vengono trattati da molti istituti (solo alcune finanziarie lo fanno) e proprio per questo chi è interessato a questo finanziamento spesso deve ricorrere all’uso del web: in questo modo tutte le operazioni vengono svolte per via telematica, senza la necessità di recarsi fisicamente presso la filiale fisica che può essere anche molto lontana rispetto al domicilio del debitore. I vantaggi principali dei prestiti cambializzati online sono rappresentati dai tempi di erogazione molto ristretti, dal fatto che non bisogna motivare la destinazione della liquidità ottenuta e dal fatto che possono essere richiesti da tutti (anche dai cattivi pagatori).

Per contro, va sottolineato che la cambiale è un titolo esecutivo, quindi se il debitore non rispetta le scadenze rischia il protesto e il pignoramento dei propri beni. Prima di sottoscrivere un prestito cambializzato online bisogna poi leggere con attenzione tutte le condizioni e i costi che questo comporta, perché viene gli istituti eroganti la considerano comunque un’operazione rischiosa e, quindi, costosa.

Leggi anche: prestiti fiduciari cambializzati

Cos’è una cambiale

Una cambiale altro non è che una garanzia, un documento che indica un obbligo di pagamento di una determinata somma di denaro ad una determinata scadenza. Questo, di fatto, lo rende uno strumento adatto anche a chi non dispone di un reddito particolarmente alto in quanto il creditore può rifarsi sui beni del debitore contando su tempi estremamente rapidi (lo spiegheremo bene più avanti).

Anche per i prestiti cambializzati è necessario offrire delle garanzie.Nel caso non si avesse una busta paga o si fosse segnalati come cattivi pagatori è pur sempre possibile ottenere questa tipologia di finanziamento.

Per farlo è sufficiente offrire delle garanzie alternative:

  • firma di un garante: in questo caso la persona che ci farà da garante deve avere un reddito dimostrabile congruo (cud, busta paga, cedolino della pensione, ecc.) e, sopratutto, non essere segnalato presso una centrale rischi come cattivo pagatore;
  • ipoteca su un immobile: nel caso non si avesse nessuno che può fare da garante per noi si può offrire l’ipoteca su un immobile di nostra proprietà. Nel caso di mancato pagamento delle cambiali la banca potrà rifarsi sull’immobile in questione attraverso una vendita all’asta;

Puoi leggere anche: prestiti senza busta paga

Protestati e cattivi pagatori

Come abbiamo già detto anche i protestati o le persone segnalate in Crif o altra centrale rischi possono richiedere un finanziamento di questo tipo. Ovviamente molto dipenderà dalle garanzie che si è in grado di offrire alla finanziaria.

Non bisogna dimenticare, poi, che sia per quel che riguarda i cattivi pagatori che per i protestati le segnalazioni possono essere cancellate dopo circa 3 anni dal saldo del debito. Pertanto è bene verificare, magari attraverso un professionista, se si è in grado di poter risolvere la pratica prima di procedere alla richiesta del finanziamento.

Leggi anche: prestiti cambializzati per cattivi pagatori

Prestiti cambializzati a domicilio

Ance se questo strumento è caduto un po in disuso negli ultimi 7-8 anni sembra che stia tornando di moda ultimamente. Questi prodotti sono molto interessanti anche per chi è alla ricerca di prestiti per protestati o cattivi pagatori. Sarà forse la crescente disoccupazione che ha costretto molte persone in cerca di un lavoro ad accontentarsi di impieghi saltuari o senza un regolare contratto di lavoro, sta di fatto che la richiesta di questi finanziamenti è tornata in crescita.

Leggi anche: guida ai contributi a fondo perduto online

In linea di massima i prestiti cambializzati sono particolarmente indicati per chi, appunto, non ha un vero e proprio contratto di lavoro (quindi sono compresi anche i piccoli artigiani e commercianti) e chi ah avuto problemi di segnalazione in crif. Ma non solo. Questa tipologia di finanziamento è davvero molto interessante anche per chi ha necessità di ottenere un finanziamento con tempistiche veloci e non vuole aspettare le lunghezze burocratiche che affliggono, solitamente, le banche e le finanziarie per quel che riguardano i prestiti personali classici.

Puoi leggere anche: prestiti cambializzati a domicilio

Finanziamenti per autonomi

I lavoratori autonomi sono quelli che possono avvantaggiarsi maggiormente da questa tipologia di prodotti. I lavoratori autonomi e i liberi professionisti in genere, non hanno busta paga e di conseguenza hanno sempre qualche difficoltà ad accedere al credito in maniera semplice e veloce. Proprio per questo motivo potrebbe essere molto interessante utilizzare uno strumento come quello della cambiale che, in un certo senso, permette di aggirare l’ostacolo.

Leggi anche: Prestiti cambializzati per autonomi

Ovviamente ci devono essere delle solide garanzie a livello reddituale o come proprietà che possano essere utilizzate, dall’istituto di credito che eroga il finanziamento, a protezione del capitale. Non dobbiamo dimenticarci, infatti, che banche e finanziarie non vogliono correre il rischio di non rientrare del capitale erogato, pertanto se non si è in grado di proporre delle solide garanzie a tutela del prestito personale la pratica verrà respinta.

Cambiali e prestiti: quello che devi sapere

Un aspetto che ci teniamo a considerare è quello legato all’erogazione di prodotti e servizi che impazzano sul web. Ci sono tantissimi siti che promettono di erogare finanziamenti con cambiali salvo poi scoprire che non è assolutamente vero. Proprio per questo vi consigliamo di prestare molta attenzione.

I prestiti cambializzati, infatti, sono una tipologia molto particolare di finanziamento che viene offerta solo da alcuni istituti di credito. A questo proposito il nostro consiglio è uno solo: contatta direttamente le banche e le finanziarie. Devi sapere, infatti, che il mercato del credito sta subendo un periodo di fortissima trasformazione.

Gli istituti di credito, in seguito all’abbassamento dei tassi, hanno dovuto rivoluzionare il proprio modello di business. Oggi come oggi erogare un prestito è molto meno conveniente per una banca, di quanto non fosse qualche anno fa. Proprio per questo le cose cambiano in maniera radicale anche a distanza di poche settimane.

Solo contattando direttamente la banca o la finanziaria di proprio interesse si ha la certezza che l’istituto di credito sia interessato, in quel dato momento, ad offrire prestiti cambializzati e, nel caso, quali siano le reali condizioni applicate.

Perchè uno dei limiti dei finanziamenti con cambiali è proprio quello di non essere sempre la scelta più adatta. Se pensiamo, ad esempio, che il costo dell’emissione della cambiale o la garanzia stessa che implica delle regole penalizzanti per chi sottoscrive il prodotto, questo già di per se fa si che non sia sempre conveniente scegliere questa soluzione.

Con questo non vogliamo dire che i prestiti cambializzati non siano convenienti. Come sempre accade in questo settore bisogna valutare pro e contro di ogni soluzione e scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Se ci sono altre tipologie di finanziamenti che offrono maggiori garanzie, ad un costo minore è bene che il clienti opti per queste, altrimenti ben vengano anche le cambiali e i prestiti personali che dipendono dalla loro erogazione.

Leggi anche: prestiti cambializzati online

Molto spesso i prestiti veloci cambializzati vengono citati come una delle soluzioni più importanti per chi è alla ricerca di un finanziamento ma non ha la possibilità di offrire un regolare reddito da lavoro come garanzia (i cosiddetti prestiti senza busta paga); in realtà il prestito garantito da cambiali può essere una strada percorribile da chiunque abbia la necessità di ottenere delle somme in tempi molto rapidi, dai lavoratori autonomi o dipendenti fino a chi è stato segnalato come cattivo pagatore.

Caratteristiche dei prestiti cambializzati veloci

Si parla di prestiti cambializzati veloci perché proprio il tempo gioca un ruolo fondamentale: lo scopo di questa tipologia di finanziamento è proprio quello di mettere gli importi a disposizione del richiedente nel giro di 24 o 48 ore (di solito non si va oltre i tre giorni di attesa, ovviamente più alte saranno le garanzie e minori saranno i tempi di erogazione). Il tutto è reso possibile proprio dalla presenza della cambiale, il titolo esecutivo più famoso, che rappresenta per chi concede il prestito la garanzia di poter passare direttamente al pignoramento dei beni del debitore (senza dover seguire chissà quale procedimento burocratico) nel caso in cui questi si dimostrasse inadempiente.

L’importo del prestito, e di conseguenza delle cambiali che rappresentano le rate da pagare, dipende da vari fattori ed è estremamente personalizzato in base alle caratteristiche del richiedente: tra i parametri che vengono presi in considerazione ci sono ovviamente il reddito di chi richiede il finanziamento e il numero delle mensilità (di solito si va da un minimo di 12 mesi ad una durata massima di dieci anni). L’importo massimo che si può ottenere con i prestiti cambializzati veloci ammonta a 60.000 euro, ma somme di questo tipo sono concesse solo a chi può presentare delle solide garanzie.

Puoi leggere anche: prestiti cambializzati veloci

Vantaggi e svantaggi

Dopo l’accredito delle somme richieste (che, come detto, arriva mediamente dopo due giorni dalla presentazione della domanda) la banca concede due mesi di tempo per il pagamento della prima cambiale; ogni titolo esecutivo dovrà essere in regola con l’imposta di bollo, il cui importo è legato all’ammontare della cambiale stessa. I vantaggi dei prestiti cambializzati veloci sono diversi (innanzi tutto la rapidità, poi la possibilità di essere richiesto da chiunque e il tasso di interesse abbastanza contenuto rispetto ad altre forme di finanziamento), mentre lo svantaggio principale è rappresentato dalla natura della cambiale stessa: se non si paga un titolo esecutivo diventa subito esecutiva l’espropriazione dei beni.

Finanziamenti cambializzati online tra privati

Per concludere è bene ricordare anche i prestiti tra privati. Questa soluzione, che sta prendendo piede solo negli ultimi 2 anni, è molto interessante. Ci sono delle piattaforme specifiche come Smartika e Prestiamoci (ma ne stanno nascendo anche altre) che possono permettere di trovare soluzioni davvero vantaggiose e convenienti. Il tasso di interesse applicato è, normalmente, un po più basso rispetto a quello messo in atto dai normali istituti di credito.

Per qualsiasi altra curiosità, per maggiori informazioni sull’utilizzo delle cambiali o anche solo per raccontare la propria esperienza hai a disposizione lo spazio qui sotto per i commenti.

9 commenti
  1. antonio dice:

    Buonasera io avrei bisogno di un prestito cambializzato di 10.000 ,ho un contratto a tempo indeterminato è la mia busta paga e di 2.200 mensile

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *